Spesa, Ristorante e Book of Ra Durante l'Orario di Lavoro

book of ra durante orario lavoro
Tre dipendenti civili della Questura di Rimini ed un agente della polizia di Stato sono stati arrestati perché andavano a fare i fatti loro e a giocare alla Book of Ra durante l’orario di lavoro. I dipendenti civili sono agli arresti domiciliari, mentre l’agente di polizia è stato sottoposto all’obbligo di dimora.
 
Questo, in sostanza, è il “bollettino di guerra” dell’operazione denominata fuori orario che ha portato a cogliere in flagrante questi 4 assenteisti che lasciavano il proprio posto di lavoro per andarsene a fare la spesa, andare a mangiare al ristornate e andare a divertirsi e spendere soldi alla vlt Book of Ra Deluxe.
 
L’inchiesta da parte della squadra mobile aveva avuto inizio nel luglio del 2014 dopo una rapina avvenuta nella Luxury Watches, un negozio di orologi preziosi, in cui lavorava la moglie di uno degli arrestati. Infatti, durante questo caso di furto si era reso necessario effettuare delle intercettazioni telefoniche che hanno, poi, invece portato a scoprire che il marito della dipendente del negozio, che lavorava presso la questura di Rimini, era solito assentarsi dal lavoro senza avere alcuna giustificazione.
 
Così si è finiti ad indagare su questo caso di assenteismo andando a prendere in esame un vasto periodo che ha permesso agli inquirenti di scoprire un bel gruppetto di assenteisti dedito ad andare a giocare alla Book of Ra e non solo durante l’orario di lavoro.
 
Nei guai sono finite ben 4 persone che nell’arco di appena un mesetto avevano fatto oltre il 50% di assenza sul lavoro.
 
Inoltre, questo gruppetto era solito dare malattia senza presentare relativo certificato medico. Il bello è che questi lavoratori si presentavano presso il proprio ufficio, ma una volta firmato il foglio delle presenze si allontanavano in tutta tranquillità e chi se ne andava a fare la spesa, chi al ristorante e chi a giocare alla slot Book of Ra, il tutto senza che nessun altro dicesse niente.
 
Dalle indagini effettuate su uno degli assenteisti, in 50 giorni di lavoro, si sono documentati ben 21 giorni di assenteismo che hanno portato agli arresti domiciliari per truffa ed in più si è scoperto che l’uomo in questione si è anche intascato dei soldi illecitamente.
 
Lo stesso discorso e la stessa punizione, più o meno, vale per tutti gli indagati giocatori di Book of Ra anche se uno di loro non firmava nemmeno il foglio delle presenze e, quindi, non gli è stata contestata la truffa.